STANZA DEL SALE

COS’E’
Nelle grotte di sale si respira aria arricchita di sale, ridotto in particelle microscopiche da apposite apparecchiature, in stanze che ricreano il microclima naturale delle miniere di salgemma.
Il sale respirato agisce da rimedio naturale, conosciuto da secoli per i suoi benefici effetti sulle vie respiratorie, le cui prime applicazioni risalgono al medioevo, quando era abitudine di alcuni monaci praticare la speleoterapia. Per alleviare i disturbi alle vie respiratorie, si sfruttava infatti l’aria salina presente nelle grotte di sale, prodotta in maniera naturale dalla rottura e dallo sfregamento di stalattiti e stalagmiti.
Nel XIX secolo questo trattamento ebbe un picco di popolarità, osservando che i minatori delle grotte di sale in Polonia presentavano una drastica riduzione, rispetto alla popolazione in generale, dei disturbi respiratori, quindi i primi studi scientifici sul microclima delle grotte di sale si svilupparono ad opera del fisico polacco F. Bochkowsky, che nel 1843 pubblicò un volume in cui raccolse le sue osservazioni.
A seguito di queste prime valutazioni i trattamenti a base di sale hanno avuto una diffusione sempre più ampia, fino a diventare terapia medica ufficialmente riconosciuta in numerosi paesi dell’est e del centro Europa, per la cura di molti disturbi a carico dell’apparato respiratorio.

Le moderne applicazioni dei trattamenti a base di sale sono assolutamente benefiche: riportano l’equilibrio nel corpo con una naturale disintossicazione, migliorano la respirazione, stimolano il sistema immunitario, apportando un sostanziale benessere psico-fisico a tutto l’organismo.
Le principali fonti in materia di trattamenti a base di sale di miniera sono contenuti nella guida “ Haloterapia controllata per il risanamento e l’igiene dei polmoni e delle vie respiratorie superiori negli adulti”, pubblicata nel 2010 dalla professoressa Alina Chervinskaya.
La prof.ssa Chervinskaya è medico pneumologo, direttore scientifico dell’Istituto di Igiene Respiratoria di Budapest, membro della Società Nazionale Respiratoria di S. Pietroburgo, nonchè capo del Centro di Ricerche clinico-respiratorio e Vice-presidente dell’Associazione Baltica di igiene respiratoria.
E’ altresì membro della Società Internazionale di Idrologia e Climatologia Medica.

 

Bibliografia di riferimento

 

IL METODO
Le persone vengono fatte accomodare nella stanza del sale su sdraio molto confortevoli.
Uno specifico dispositivo immette nella stanza un flusso di aria satura di particelle di sale puro, che aiutano a ripulire le vie respiratorie da germi e batteri, pollini e inquinanti.
Il trattamento a base di sale non sostituisce le terapie farmacologiche.
L’abbinamento di questo metodo ai trattamenti farmacologici può essere di aiuto nelle fasi di recupero a seguito di disturbi respiratori.
Il trattamento a base di sale è particolarmente benefico per gli anziani, poiché consente di ottenere un generale miglioramento delle proprie condizioni fisiche, purificando l’organismo da tossine e inquinanti. La stanza del sale è costituita da un ambiente isolato termicamente e acusticamente, con pareti e pavimenti ricoperti di sale, in cui si permane per 40 minuti, respirando normalmente.
A differenza della speleoterapia tradizionale, dove il sale respirato è quello delle pareti della grotta, nella stanza del sale l’aria è resa salina dalla nebulizzazione nell’ambiente di particelle di sale. I parametri microclimatici della grotta sono mantenuti entro limiti specifici di umidità e temperatura, che rendono l’ambiente particolarmente confortevole. Anche la vista e i sensi sono appagati dalla particolare atmosfera di relax e di benessere che si respira all’interno della stanza.